Cassa integrazione

Cassa integrazione guadagni

Sulla base degli ultimi dati diffusi dall'Inps, nel 2017 a livello nazionale sono state autorizzate 349,1 milioni di ore di cassa integrazione, il 39,5% in meno rispetto al 2016. Tale diminuzione è consistente sia per gli operai (-38,4%) che per gli impiegati (-42,2%). Il calo è attribuibile in primo luogo alla gestione in deroga (-49,6% rispetto al 2016), ma considerevole è anche la diminuzione di ore autorizzate nella gestione straordinaria (-43,6%). Il ricorso alla CIG ordinaria mostra invece un calo un po' meno forte (-23,8%).

Nel 2017 il calo dell'utilizzo della cassa integrazione nella città metropolitana di Bologna è più sostenuto di quello nazionale: sono state infatti autorizzate 7,2 milioni di ore, il 49,4% in meno dell’anno precedente. A spiegare gran parte dell'andamento bolognese sono soprattutto le ore concesse agli operai, che calano di 5 milioni fino a raggiungere quota 4,5. Per quanto riguarda le diverse tipologie di CIG scendono in maniera analoga le ore concesse grazie all'istituto della cassa ordinaria (-48,1%) e quelle concesse tramite la cassa straordinaria (-48,6%), mentre, come nel resto d’Italia, continua il decremento sostenuto della cassa in deroga (-60,7%). 

Bologna perde due posizioni nella graduatoria della cassa integrazione, passando dalla 5^ del 2016 all'attuale 7^ posizione. Roma scavalca Torino in vetta alla classifica complessiva, mentre il buon andamento della meccanica torinese, sommato alla nota crisi dell'industria pesante tarantina, porta al sorpasso di Taranto su Torino alla vetta delle ore di cassa integrazione degli operai.

Sul sito dell'Area Programmazione, Controlli e Statistica del Comune di Bologna nella sezione dei dati statistici si trovano tabelle di approfondimento sulla tematica.