Comune di Bologna - Iperbole - Rete civica

Natalità

Nell'ultimo decennio i nati vivi da genitori residenti a Bologna sono stati all'incirca 3.000 all'anno. Più o meno lo stesso livello di nascite che si verificava 140 anni fa, nel 1873. Allora però la popolazione ammontava a circa 112mila unità mentre oggi sfioriamo i 385mila residenti. Il grafico del numero di nati vivi a Bologna mostra un andamento oscillatorio con cali e risalite di più ampie dimensioni in corrispondenza dei periodi bellici.

Dall'inizio degli anni '50 il numero di nati cresce invece vigorosamente: a Bologna come nell'intero paese; la forte crescita economica si ripercuote infatti positivamente sulla natalità. Nella nostra città tuttavia il cosiddetto baby boom è risultato molto più intenso che a livello nazionale, perchè associato a forti movimenti migratori verso il capoluogo da parte di coppie giovani in età fertile.

In meno di 15 anni si è così passati dai 3.097 nati del 1951 ai 7.083 del 1964. Da quel momento inizia una discesa quasi altrettanto rapida. Di anno in anno le nuove generazioni si assottigliano fino al minimo del 1986: 2.127 nati. A partire dal 1987 la natalità riprende la sua crescita fino a recuperare circa un migliaio di nascite all'anno, riportandosi così sui livelli di fine anni '70.

Il tasso di natalità, che rapporta i nati al numero di residenti, risulta invece in netta diminuzione fino ai primi anni '50: dai 33,7 nati ogni 1.000 abitanti del 1862 la natalità scende, con qualche oscillazione, ai 9,1 nati per 1.000 abitanti nel 1951. La risalita del baby boom fa arrivare l'indicatore a 14,8 nel 1964, comunque appena sopra al tasso di natalità post-bellico del 1946, per poi ridiscendere fino al minimo di 4,9 nati per 1.000 abitanti del 1986. La ripresa successiva è evidente; l'ultimo dato del 2013 ammonta a 8,3 nati vivi ogni 1.000 residenti, un valore analogo a quello della seconda metà degli anni '70.

In quegli anni il numero medio di figli per donna era già inferiore a 1 ( 0,97 nel 1978); successivamente risulta in ulteriore diminuzione e raggiunge il minimo nel 1986 (0,76, un valore molto lontano dal dato nazionale che per quell'anno risultò pari a 1,37). La netta ripresa della fecondità porta l'indicatore a 1,28 figli per donna nel 2013: un valore decisamente più elevato, anche se ancora inferiore alla media nazionale (l'ultimo dato disponibile per l'Italia, relativo al 2012, è pari a 1,42).

L'andamento dei quozienti specifici di fecondità per età evidenzia come nell'ultimo quarto di secolo vi sia stato un innalzamento che ha riguardato tutte le età: la fecondità delle giovani e giovanissime, in netto calo fino agli anni '90 risulta successivamente in ripresa. Sempre in crescita invece la fecondità delle trentenni, da cui deriva il maggior numero di nascite, e anche quella delle donne tra i 40 e i 44 anni, negli anni '80 praticamente nulla.

L'età media al parto delle madri (33,1 anni nel 2013) è cresciuta di 3,3 anni dal 1986 ad oggi; quella dei padri (oggi 36,6 anni) di 3,7.

L'aumento della natalità a Bologna è stato sicuramente influenzato anche dall'arrivo in città di molte donne straniere in età fertile con elevati tassi di fecondità: il grafico mostra come la fecondità delle donne straniere sia sempre risultata superiore a quella delle donne italiane (circa il doppio), anche se negli anni si nota un avvicinamento delle due curve per una ripresa (e una successiva stabilizzazione) della fecondità delle donne italiane e una diminuzione di quella delle straniere.

I nati con almeno un genitore di cittadinanza straniera in questi ultimi anni sono aumentati vertiginosamente: da 174 nel 1992 a 1.184 nel 2013. La loro incidenza sui nati in complesso nel 2013 risulta pari al 37,5%.

Un altro aspetto importante che riguarda la natalità è la crescita del numero di nati al di fuori del matrimonio, il cui numero passa da 311 nel 1986 (il 14,6% dei nati) a 1.160 nel 2013 (il 36,8%).

Sul sito del Settore Statistica del Comune di Bologna sono disponbili numerose tabelle sull'argomento e per approfondirlo si può consultare la nota Le tendenze della natalità a Bologna nel 2012.