Turismo

Turismo

Il 2016 è stato un anno di forte crescita del movimento turistico in Italia: gli esercizi ricettivi hanno registrato il massimo storico di circa 403 milioni di presenze (+10 milioni sul 2015, pari a +2,6%) e 116,9 milioni di arrivi (+3,5 milioni, pari a +3,1%),  Nei territori provinciali delle grandi città si concentrano oltre 152 milioni di presenze (+1,9%) e quasi 51 milioni di arrivi (+2,1%).

La provincia che registra il maggior numero di arrivi è Roma (10,1 milioni); al secondo posto si colloca Venezia (8,8 milioni), mentre Milano è in terza posizione con 6,9 milioni di arrivi. Tuttavia l'area che ha registrato l'aumento maggiore è quella metropolitana di Bologna (+13,3%), con un incremento sostenuto sia per quanto riguarda gli arrivi di turisti italiani (+13,9%) sia per quanto riguarda gli stranieri (+12,5%). 

In termini di presenze invece Venezia sorpassa la capitale con 34,4 milioni contro 28. Al terzo posto Verona (16,5 milioni) che precede Milano (14,4). Bologna in termini di presenze è in posizione più arretrata, segno di soggiorni mediamente più brevi; anche in questo caso però l'area metropolitana bolognese detiene il primato dell'incremento più elevato rispetto al 2015 (+20,3%), incremento che ha interessato tanto gli italiani che gli stranieri.

Venezia e Firenze registrano le percentuali maggiori di stranieri tra gli arrivi (75,7% e 71,1% rispettivamente). A Bologna il turismo vede invece ancora una leggera prevalenza di italiani: la percentuale di stranieri tra gli arrivi è infatti pari al 43,9%, percentuale in aumento ma ancora inferiore rispetto alle principali città. In termini di presenze però è Verona che registra la percentuale maggiore di stranieri (77,4%), seguita da Firenze (73,6%) e Venezia (73,5%). A Bologna la quota di presenze estere è pari al 45,2%.

Nella sezione dei dati statistici del sito dell'Area Programmazione, Controlli e Statistica è possibile reperire tabelle di approfondimento sulla tematica.